Il Caciocavallo di Godrano

Godrano è un piccolo centro montano della provincia di Palermo che per la sua bellezza paesaggistica e ricchezza agropastorale rappresenta un fiore all’occhiello della regione Siciliana.

Qui viene prodotto un formaggio di antichissima tradizione apprezzato oggi in tutto il mondo. Già nel 1400 il cosiddetto “fiore a quattro facce” veniva utilizzato come pregiata merce di scambio tra le classi più agiate della società e dai proprietari terrieri delle campagne limitrofe. Il caciocavallo divenne dunque il simbolo di una tradizione immutabile nelle memorie dell’uomo fatta di gestualità e ingegno che oggi sottolineano un’importante livello di specializzazione e conoscenze caseari.

A sostegno di tale tradizione il caciocavallo godranese ha ottenuto la Denominazione di Prodotto Tradizionale o PAT che certifica una lavorazione del prodotto con metodi e tecniche tradizionali.

La sua lavorazione inizia dal latte crudo proveniente da vacche locali ,come la Cinisara, particolarmente adatte ai pendii rocciosi e scoscesi tipici di quest’angolo di Sicilia. Qui gli animali al pascolo si nutrono prevalentemente di erbe spontanee che conferiscono un aroma floreale inconfondibile al formaggio. Così dopo la giunta del caglio di capretto si ottiene il primo stadio del formaggio, quello della tuma, che viene fatta scolare “appizzata” per circa 24 ore. La fase di filatura avviene all’interno di una tipica bacinella in legno dove le mani esperte del casaro e la successiva formatura a parallelepipedo in appositi stampi danno forma a questo straordinario prodotto.